Per la serie “Siamo tutti un po’ nerd”: il Mantova Comics & Games!

What: Fumetti, videogiochi, cosplayer
Where: Mantova Comics & Games
When: 25 febbraio 2017
Who: Mirko, Gabri, Fabio
Why: Why not?

Palazzo Jaunters.

Sì, abbiamo un palazzo col nostro nome, si trova in Via Jaunters.

Sì, abbiamo anche una via col nostro nome.

Comunque, il martedì e il giovedì, in un’ala del Palazzo Jaunters si tengono le riunioni dei Jaunteristi Anonimi. Non mi è concesso rivelare i nomi dei partecipanti alle sedute di gruppo, ma niente paura, nessuno di noi ha problemi di alcol o droga. Tuttavia, alcuni tra noi hanno piccole dipendenze. Io, per esempio, sono dipendente dallo scrivere articoli che iniziano in modo strampalato come questo.

Se vi state chiedendo quali sono le altre piccole dipendenze cui ho accennato, è presto detto: ci entusiasma tutto ciò che è curioso e fuori dal comune. Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di andare al Mantova Comics & Games, una convention annuale, presso il Palabam, dedicata principalmente a fumetti, giochi, videogiochi, ma anche altro ancora.

Per l’intero weekend i presenti hanno potuto conoscere la bella Jannet Incosplay, famosa performer giunta dalla Russia!

Siamo partiti in tre – io (Gabri), Mirko e Fabio, un nostro vecchio amico – e siamo tornati in tre. E questa è già una buona cosa, nessuno di noi alla fine si è perso ed è rimasto a vagare là dopo l’orario di chiusura.

Ma solo alla fine, eh, nessuno si è perso. Perché durante la giornata le disperate domande “Dov’è Mirko?”, “Sai dov’è andato Gabri?”, “Vedi in giro Fabio?” sono riecheggiate spessissimo seminando ansia tra la folla. Infatti, era più forte di noi. Si rimaneva indietro o si andava un po’ avanti, ci si fermava un attimo o si girava l’angolo un po’ prima… perché c’erano universi interi di cose che catturavano l’attenzione!

Passeggiando tra corridoi pieni di gente, stand e palchi abbiamo anche avuto l’occasione irripetibile di sederci a un tavolo e svagarci a un gioco di carte (starete pensando alla briscola, ma mi spiace, non era quella) che, cito: “è uno dei più famosi al mondo”.
Ometto però il nome Vangard, che comunque nessuno tra noi aveva mai sentito, perché su queste cose non è bene ironizzare… Vuoi mai che ci facciamo nemici degli spietati nerd assassini! Comunque, abbozzando una partita e facendo confusione con le mille regole da seguire, temo che abbiamo scatenato l’ira di san Sheldon Cooper, patrono dei nerd. Bazinga!

Pollice in alto, invece, in particolare per l’angolo dei videogiochi datati anni ’80, ’90, e primi anni Duemila, con la possibilità di poter riprovare dopo tanto tempo i giochi della propria adolescenza e di ritrovare pure le consolle con cui, nel mio caso, giocavo da bambino. Tra l’altro, un Sega Master System II con Alex Kidd, che di colpo mi ha fatto tornare al periodo delle elementari e mi ha trasformato gli occhi a forma di cuoricino fino a sera.

Domenica si è esibito in concerto Giorgio Vanni, celebre artista che ha composto numerose sigle di cartoni animati, tra cui Dragon Ball, Yu-Gi- Oh, Detective Conan e Pokémon!

Non siamo avari e spendiamo infine volentieri anche due parole sui cosplayer:
1) Davvero
2) Fighi!

Per tutte le informazioni visitate il sito www.mantovacomics.it

Commenti: