Piccoli segreti, grandi sogni. Alla scoperta della Toscana, seconda parte

What: Toscana (parte 2)
Where: Pisa, Volterra, San Gimignano, Firenze
When: Ottobre 2016
Who: Matteo, Jaunters crew, Alberto, Stefan, Ionut
Why: Why not?

(Hai già letto la Parte 1? No? Fila a leggerla! Ora!)

La mattina successiva ci siamo svegliati presto per una colazione veloce in piazza e per rivedere le vie storiche della città con una luce diversa, quella solare. Della famosa Piazza dei Miracoli abbiamo visitato la Cattedrale e il Campo Santo, tralasciando il battistero e il campanile. Il tempo stringeva e verso mezzogiorno siamo dovuti ripartire, ma non prima di aver fatto la classica foto con la torre pendente in cui la sorreggiamo!

La successiva tappa è caduta su Volterra, un paese a dir poco STUPENDO!!! Qui abbiamo fatto un giro tra le vie storiche e nel Duomo. Sembrava irreale come posto per quanta bellezza trasmetteva…

Fino a trovarci, per caso, in Piazza dei Priori, dove era in corso l’evento Volterra Gusto, una degustazione di vino delle aziende vinicole della zona.

Tra queste, l’azienda agricola Terre de’ Pepi, che fa parte del gruppo dei vignaioli di Volterra 5 cantine, e si contraddistingue per proporre un prodotto non solo genuino, ma espressione del territorio da cui proviene, in modo da far percepire l’anima, l’energia e la personalità di chi lo produce.

San Gimignano

Da veneti doc ci siamo fatti notare come dei veri sommelier, chiedendo le caratteristiche di ciascun vino presentato e assaporandolo lentamente a piccoli sorsi… a dir poco sublime!

Poi abbiamo finito il giro turistico camminando attorno alla Fortezza di Volterra e nella vicina Acropoli etrusca (se avete l’occasione andate a visitare anche il Manicomio di Volterra… Non sapete nulla a riguardo? Leggetevi l’articolo pubblicato nel nostro blog).

Una nuova tappa del tour si avvicinava, il tempo di fare qualche altra foto e siamo ripartiti per San Gimignano, dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, e CI CREDO!!! Con i suoi edifici medievali mantenuti in modo perfetto e mille discese seguite da salite, è di sicuro una meta molto ambita vista la quantità di turisti, attirati anche dalle sue torri di cui purtroppo, ad oggi, ne restano solo 16 delle 72 esistenti parecchi secoli fa.

Dopo un giro in centro siamo partiti per Firenze. L’arrivo è stato ritardato a causa del traffico, ma per fortuna coloro che ci hanno ospitato nel loro appartamento sono stati molto gentili nell’aspettarci, e nel fornirci valide informazioni su cosa visitare, orari, ristoranti e locali da frequentare per la serata.

Infatti, dopo questa chiacchierata e una doccia fatta in velocità (precisiamolo, siamo ragazzi puliti!), siamo usciti alla ricerca di uno dei ristoranti consigliati per mangiare la famosa fiorentina.

Scelto il posto, piccolo ma carino e accolti molto bene, ci siamo lanciati nella scelta del primo piatto perché per il secondo sapevamo già cosa prendere… e dopo l’ordinazione, il primo (molto buono), è arrivato il momento tanto atteso: 2.4 Kg di carne divisa in 4, accompagnata da un buon Chianti e da un po’ di contorni. Che dire, semplicemente divina! Il silenzio era calato su di noi fino a quando non abbiamo finito il tutto, seguito logicamente da un limoncello.

Il conto, visto tutto quello che abbiamo mangiato non era leggero, ma ovviamente sapevamo a cosa andavamo incontro; alla fine comunque eravamo nella media, anche se c’è stato qualche disguido perché il cameriere ci ha addebitato delle porzioni di dolce mai prese, gli amari che erano stati spacciati per offerti dalla casa, e l’eccessiva quantità di carne arrivata che è stata ben maggiore di quella espressamente richiesta in fase dell’ordinazione. Ma ormai avevamo mangiato, e quindi sono stati tolti solo i dolci… pace, amen!”

Dopo tutto ciò abbiamo finito la serata con una bella bionda a testa in un locale della zona.

Continua…

Curiosità

Info:

  • Azienda agricola Terre de’ Pepi
  • Manicomio di Volterra – Articolo
  • Tot conto: 160€ (Fiorentina ~43€ kg)
  • Costo doccia (acqua + bagnoschiuma 4€ a testa)
  • Guarda tutte le foto QUI
  • Per tutto il resto c’è MasterCard

Commenti: