I Colori di Icaro: una giornata speciale tra arte e aerei

I Colori di Icaro, esposizione artistica

What: I Colori di Icaro
Where: Aeroporto di Legnago (Verona)
When: Domenica 6 maggio 2018
Who: Gabri
Why: Why not?

I Colori di Icaro è stato un evento unico nel suo genere, insolito, suggestivo e spiazzante.

Organizzato presso l’Aeroporto di Legnago, ha visto la collaborazione dell’Accademia delle Arti G.B. Cavalcaselle (questo il link alla pagina Facebook) con l’Associazione Volo Legnago (ai seguenti link, il sito ufficiale e la pagina Facebook). Insieme hanno ideato una giornata dedicata al fascino degli aerei unito alla bellezza dell’arte.

L’Accademia, oltre ad aver allestito opere di pittura e scultura negli hangar, ha indetto un concorso di pittura in estemporanea. Ogni artista iscritto ha realizzato “in diretta” un quadro, in totale libertà di forma, stile ed espressione, sul tema del volo nel suo più ampio significato.

I soci di Volo Legnago, invece, hanno esposto e presentato i loro aerei ai visitatori, e si sono messi a disposizione per voli su di un Cessna 172. Valore aggiunto della manifestazione, poi, Andrea Pesenato, campione italiano 2011 per la categoria intermedia di acrobazie aeree. Le sue prodezze, su di un Cap 231, hanno tenuti tutti col naso all’insù!

Se siete curiosi di vedere o rivivere i momenti più belli dell’evento, vi consigliamo di fare un salto sul canale ufficiale YouTube dell’Accademia G.B. Cavalcaselle!

Un ringraziamento e un saluto speciale ai nostri amici Marco Bazzucco, dell’Accademia delle Arti G.B. Cavalcaselle (sue sono alcune delle seguenti foto), e Francesco Bianchi, dell’Associazione Volo Legnago.

LO SAPEVI?

camelpedia

Gli artisti premiati

I partecipanti a I Colori di Icaro, timbrate le tele tra le 8.30 e le 10.30, hanno potuto lavorare fino alle 17.30. Moltissime sono state le persone che si sono fermate a sbirciare i dipinti in corso d’opera, ma anche a chiacchierare con gli artisti.

La premiazione ha visto vincitore Massimo Riccò, con un quadro incentrato sull’innescarsi di aerei raffigurati in più livelli di posa e piani prospettici, valorizzati da rapide pennellate di rosso brillante.

Il secondo posto è andato a Romano Bertelli, terzo Michele Inno, e infine il quarto premio se lo è aggiudicato Gian Prina Manet.

Commenti: